La comunicazione non verbale che influisce sui bambini

  • 31-01-2019
  • J V

Il pedagogista si trova molto spesso a relazionarsi con bambini per sviluppare al meglio le loro abilità attraverso una serie di interventi. Per questo motivo è importante per un pedagogista sapere che il suo linguaggio del corpo è un elemento fondamentale per creare un clima positivo e di fiducia con il bambino ma anche per permettere di essere chiaro nell’invio dei messaggi e farsi capire in maniera semplice ed immediata. 

 

(altro…)

Leggi tutto

Valutare l’intensità del dolore dalle espressioni del volto: tecniche di analisi della comunicazione non verbale

  • J V

La valutazione iniziale del dolore è il punto di partenza irrinunciabile per la cura mirata e globale, così come le successive rivalutazioni risultano fondamentali al fine di registrarne tempestivamente le eventuali modificazioni di intensità, sede e permettere l’adeguamento della terapia.

(altro…)

Leggi tutto

L’importanza della comunicazione non verbale durante le telefonate

  • J V

La comunicazione non verbale influenza in misura significativa la percezione che abbiamo degli altri e che gli altri hanno di noi, specialmente durante le prime fasi di un’interazione.

Le persone che si trovano a lavorare tramite telefonate, come ad esempio le attività di customer care, devono prestare attenzione anche a tutti gli indicatori del comportamento para-verbale (tono, ritmo della voce).

(altro…)

Leggi tutto

Riconoscere la comunicazione non verbale dell’orgoglio

  • J V

L’orgoglio è un’emozione che può essere positiva ma anche estremamente negativa, tutto dipende da come viene utilizzata.

Quando l’orgoglio è collegato ai propri successi, è un’emozione molto importante perché alimenta la nostra autostima facendoci credere nelle nostre capacità.

(altro…)

Leggi tutto

Il linguaggio del corpo e la menzogna

  • J V

In ambito investigativo il tema della menzogna è uno di quelli più studiati, piacerebbe a tutti infatti avere dei segnali chiari che ci permettono di individuare quando una persona sta mentendo.

Molti studiosi si sono spesi in questi studi. Riportiamo di seguito uno studio di Vrij (1995), uno dei primi ricercatori che si è imbattuto nell’analisi di questa affascinante materia.

(altro…)

Leggi tutto

Migliorare le vendite con l’analisi della comunicazione non verbale

  • J V

Le parti coinvolte in una vendita tendono spesso a non condividere troppe informazioni per paura di diventare vulnerabili; rivelare in modo inappropriato, ad esempio, la migliore offerta possibile potrebbe portare la controparte a offrire di meno di quello che gli è possibile.

(altro…)

Leggi tutto

La comunicazione non verbale per insegnare efficacemente

  • J V

La professione degli insegnanti è legata a molti ruoli diversi come: colui che trasferisce le conoscenze, motivatore, valutatore, responsabile delle relazioni sociali e analista della parte emotiva degli studenti e non sempre è facile riuscire a gestire tutte queste figure assieme. L’insegnante ha un’influenza molto importante sull’apprendimento dei suoi alunni e a volte, l’invio di messaggi non adeguati, può essere un ostacolo alla didattica.

(altro…)

Leggi tutto

La comunicazione non verbale del dolore neonatale

  • J V

Un’ultima rassegna pubblicata da un gruppo di ricercatori italiani guidato da Cecilia Domenicali (2014) riporta i vantaggi e i limiti di sette scale disponibili per la valutazione della comunicazione non verbale del dolore neonatale.

Il dolore del neonato non è facile da valutare, perché il neonato è un paziente pre-verbale che non può comunicare il dolore in modo verbale.

(altro…)

Leggi tutto

L’utilizzo del linguaggio del corpo nel colloquio con il paziente

  • J V

Per moltissime professioni, come l’iridologo, che hanno il compito di fornire sostegno e migliorare lo stato psicofisico delle persone è fondamentale sapere che il modo di comunicare ha un’influenza sull’andamento di una terapia e sull’instaurazione di un buon clima di fiducia.

 

(altro…)

Leggi tutto

Il linguaggio del corpo delle coppie in crisi

  • J V

lo psicologo si trova spesso davanti a coppie in crisi. Uno strumento che si è rivelato molto utile è l’osservazione del linguaggio del corpo perché può essere un buon predittore nel vedere se la coppia può andare avanti e sta vivendo solo un momento di crisi oppure la relazione è destinata a finire.

(altro…)

Leggi tutto


Share This