Elezioni amministrative a Firenze: Dario Nardella sotto la lente d’ingrandimento degli analisti comportamentali di NeuroComScience

  • 15-03-2019
  • J V
Fig. 1

A Maggio nella città di Firenze si voterà per le elezioni amministrative. Analizziamo assieme la comunicazione non verbale dell’attuale sindaco, Dario Nardella.
Quando gruppi di persone, le popolazioni, reagiscono agli stimoli con la stessa emozione allora possiamo parlare di emozioni collettive. Secondo la teoria di Dominique Moisi si tratta di emozioni prevalenti che si insidiamo nelle popolazioni e spingono allo sviluppo, alla violenza, alla recessione, o alla quiete. Un leader politico è tale anche perché sa accendere gli animi del proprio popolo, spingendolo così verso il cambiamento di idee e azioni. Smuove le emozioni anche durante i discorsi attraverso il linguaggio verbale e non verbale.

(altro…)

Leggi tutto

Gestire l’emozione della rabbia nel cliente con la comunicazione non verbale

  • 14-03-2019
  • J V

Capita a volte che il cliente che si segue e che non raggiunge i suoi obiettivi si arrabbi e diventi scortese per una serie di motivi, alcuni giustificati, altri no. Il modo con cui il dietologo gestirà la situazione di rabbia farà la differenza tra un cliente soddisfatto e che ritornerà e uno insoddisfatto che non ritornerà.

(altro…)

Leggi tutto

Gestire l’emozione della paura nel cliente con il linguaggio del corpo

  • J V

Iniziare una dieta può essere molto stressante e spaventoso per il paziente. Ci sarà qualcuno che esprimerà verbalmente questa paura mentre altri non lo faranno ma sarà cura del dietologo accorgersene.

Specifici stati emotivi creano infatti dei cambiamenti nel linguaggio del corpo e modificano lo stato psico-fisico del paziente.

(altro…)

Leggi tutto

La comunicazione non verbale e il miglioramento della relazione con i pazienti

  • J V

 

L’iridologia è una pratica diagnostica di medicina alternativa, fondata sull’idea che sia possibile valutare lo stato di salute di una persona, in base alle caratteristiche dell’iride, alle sue anomalie e ai suoi mutamenti.

La capacità di rilevare e interpretare la comunicazione non verbale, inclusa l’analisi delle espressioni facciali può avere numerosi vantaggi per questa disciplina.

 

 

(altro…)

Leggi tutto

I segnali della comunicazione non verbale e il rispetto del trattamento

  • J V

 L’analisi della comunicazione non verbale da parte del dermatologo gioca un ruolo fondamentale per valutare l’adesione del paziente al trattamento, la soddisfazione della cura e monitorare i risultati di miglioramento della salute.

 

(altro…)

Leggi tutto

La passione è sempre positiva? Riconoscerla con la comunicazione non verbale.

  • 08-03-2019
  • J V

Lo scopo della ricerca di Yang Wu e Xiao Wang (2015) della Rochester Institute of Technology era di testare l’applicabilità del modello dualistico della passione (Vallerand et al., 2003) sul tifoso di calcio.

(altro…)

Leggi tutto

Sviluppo e valutazione di una scala di soddisfazione dell’atmosfera dello stadio sportivo

  • J V

Ci sono numerosissime ricerche che studiano l’effetto dell’atmosfera del negozio sul comportamento del consumatore. Alcune di queste ricerche hanno anche utilizzato strumenti di rilevazione della comunicazione non verbale come lo sguardo o l’analisi delle espressioni facciali per determinare esattamente le emozioni provate dai consumatori.

(altro…)

Leggi tutto

Comunicazione Non Verbale: gli effetti delle emozioni sulla soddisfazione degli spettatori durante le partite di calcio

  • J V

L’obiettivo dello studio di Rui Biscaia dell’Università tecnica di Lisbona e colleghi (2012), era quello di esaminare la relazione tra le emozioni degli spettatori, la soddisfazione e i comportamenti nel gioco del calcio. È stato così strutturato un sondaggio tra gli spettatori del campionato di calcio professionistico durante otto partite.

(altro…)

Leggi tutto

Linguaggio del corpo: l’influenza dell’intelligenza emotiva sulle abilità accademiche e sociali

  • J V

Molti studiosi considerano l’intelligenza emotiva come più importante rispetto all’intelligenza, conosciuta come IQ, nell’influenzare le performance lavorative o scolastiche.

In uno studio, Song et al. (2010) hanno studiato l’impatto delle abilità mentali generali (GMA) e dell’intelligenza emotiva (EI) sulle prestazioni accademiche e sociali degli studenti universitari.

(altro…)

Leggi tutto

Come è possibile allenare l’intelligenza emotiva? L’influenza del linguaggio del corpo

  • J V

Alcuni ricercatori si sono chiesti se l’intelligenza emotiva può essere insegnata e se è una capacità che poi viene mantenuta nel tempo.

In uno studio di Nelis et al. (2009), i partecipanti allo studio sono stati divisi in due gruppi. Un gruppo ha ricevuto una formazione di gruppo di quattro sessioni da 2 ore ciascuna. L’altro gruppo non ha ricevuto alcun addestramento.

(altro…)

Leggi tutto


Share This