Quanto siamo precisi nella lettura delle emozioni del nostro volto?

  • 13-10-2019
  • Amministratore

Moltissime ricerche valutano la capacità delle persone di interpretare le emozioni da espressioni presenti nelle foto o in volti statici di attori ad esempio (Ekman, 1989). Tuttavia, non è ancora chiaro quanto le persone siano abili ad interpretare il linguaggio del corpo anche perché nei contesti reali influiscono moltissime variabili che in laboratorio si tendono a controllare.

 

È molto diverso analizzare una foto estratta da un fotogramma o analizzare una persona inserita in un contesto come quello di un interrogatorio o di una selezione del personale. 

Quello che è certo è che non siamo abili quanto pensiamo a leggere il linguaggio del corpo, incorriamo infatti in moltissimi frutto di errori cognitivi e di influenze contestuali ed emotive. Conoscere tecniche di lettura del linguaggio del corpo può essere un utile strumento per non incappare in questi errori. 

North e colleghi (2012) hanno utilizzato una procedura in cui hanno filmato di nascosto i soggetti mentre guardavano una serie di immagini con lo scopo di valutare quanto le persone sono brave a valutare le proprie espressioni facciali. 

I volti dei partecipanti venivano registrati mentre avevano il compito di valutare l’attrattività delle persone, il fascino decorativo di alcuni dipinti e la dolcezza di alcuni animali. 

Le valutazioni da dare erano su una scala continua. Dopo aver svolto questo compito rivedevano i video delle espressioni fatte e dovevano indovinare quale valutazione avevano fatto in base all’espressione del proprio volto. I risultati indicano che le persone erano in grado di riconoscere le valutazioni date leggendo le proprie espressioni. 

Sembra quindi che ci sia la capacità da parte delle persone di auto-valutare il proprio linguaggio del corpo.

NeuroComScience nasce nel 2012 con l’intento di portare in Italia le tecniche di analisi comportamentale impiegate dagli anni settanta negli Stati Uniti come ausilio alle attività di polizia, di intelligence ma anche di selezione e valutazione del personale, educazione e clinica. Il team di analisti coordinato dalla fondatrice di NeuroComScience, dottoressa Jasna Legiša, utilizza una metodologia di analisi del tutto peculiare unendo tecniche già collaudate ed altre create in maniera autonoma attraverso la sperimentazione in laboratorio. Il risultato è una prassi di indagine innovativa che permette di profilare in maniera veloce e precisa i soggetti esaminati fornendo molte più informazioni rispetto a quelle ottenibili con le tradizionali metodologie di analisi. Gli analisti di Neurocomscience garantiscono le loro consulenze in molti diversi campi.

A settembre 2019 inizia la nuova edizione del Master in Analisi Scientifica della Comportamento verbale e non Verbale organizzato da NeroComScience: l’acceso è a numero chiuso, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni e iscrizione:

https://lab-ncs.com/master-analisi-scientifica-del-comportamento-non-verbale/

Scarica l’approfondimento sull’analisi delle espressioni facciali e i corsi di linguaggio del corpo!

Città*

Email *

Inviando il messaggio accetti la nostra Privacy policy.

 

Scopri le tecniche e i metodi di analisi della comunicazione non verbale

 

Bibliografia

 

North S.M., Todorov A. & Osherson N.D. (2012). Accuracy of Inferring Self- and Other-Preferences from Spontaneous Facial Expressions. Journal of Nonverbal Behavior, 36:4, pp. 227-233


Share This