Osservazione del comportamento e previsione di personalità

  • 13-06-2019
  • J V

Il modo con cui le persone utilizzano il loro linguaggio del corpo contribuisce alla formazione di impressioni su di loro. Molti dei giudizi che facciamo sugli altri, nella nostra vita quotidiana, sono basati su segnali dati questi comportamenti espressivi.

Ambady & Rosenthal hanno fatto una meta-analisi degli studi sull’accuratezza delle previsioni date dall’osservazione di brevi comportamenti espressivi per provare se i giudizi delle persone sulla base di brevi esposizioni sono affidabili.

 

La meta-analisi è stata condotta sulla precisione delle previsioni in base a diversi risultati oggettivi dati da brevi osservazioni del comportamento espressivo (sotto i 5 minuti di osservazione). Vediamo di seguito i risultati più significativi di questo studio:

  • La dimensione dell’effetto complessivo per l’accuratezza delle previsioni per 38 studi diversi è stata di 0,39. Gli studi che utilizzavano periodi più lunghi di osservazione comportamentale non hanno prodotto una maggiore accuratezza predittiva. Le previsioni basate su osservazioni di durata minima di ½ minuto non differivano significativamente dalle previsioni basate su osservazioni di 4 e 5 min;
  • Il tipo di canale comportamentale e quindi il linguaggio del corpo (viso, il corpo, il tono della voce) o il canale verbale, su cui si basavano le valutazioni, non era correlato all’accuratezza delle previsioni;
  • La precisione non variava significativamente tra i comportamenti visti in un laboratorio o quelli osservati in condizioni più ecologiche;
  • Le dimensioni dell’effetto non differivano significativamente per le previsioni fatte nelle aree di psicologia clinica, psicologia sociale o l’accuratezza vista nell’individuare l’inganno.

In sintesi, da questa analisi si evince innanzitutto che valutiamo e giudichiamo una persona dal primo minuto e che la nostra accuratezza non aumenta all’aumentare dei minuti di esposizione al comportamento.

Inoltre, è osservabile come le persone comunichino rapidamente e involontariamente grandi quantità di informazioni che riguardano sé stessi.

Essendo la percezione di accuratezza buona (0.39) ma non eccellente è ovvio che con strumenti adeguati di analisi del linguaggio del corpo si può aumentare la percentuale di successo nell’individuazione della personalità di un individuo. Commettendo meno errori basati sul giudizio dei primi minuti, che sembra poi difficile da abbandonare, si permetterebbe a tante professioni di lavorare meglio e in maniera più oggettiva ed efficace.

 

Scarica l’approfondimento sull’analisi delle espressioni facciali e i corsi di linguaggio del corpo!

Città*

Email *

Inviando il messaggio accetti la nostra Privacy policy.

 

Scopri le tecniche e i metodi di analisi della comunicazione non verbale

 

Bibliografia

Ekman, P. e Friesen, W. (1978). Facial Action Coding System: A Technique for the Measurement of Facial Movement. Consulting Psychologists Press, Palo Alto.

Hjortsjo, C. H. (1970). Man’s face and mimic language. Lund: Studentliterature.

Legisa J. (2015). Ti leggo in volto. Tecniche e metodi di analisi scientifica delle espressioni facciali. Armando Editore.

Legisa J. et al. (2015). Body Coding System. In press.

Ambady, N., & Rosenthal, R. (1992). Thin slices of behavior as predictors of interpersonal consequences: A meta-analysis. Psychological Bulletin, 111, 256–274.

 

 


Share This