L’espressione della vittoria e della sconfitta: valutare chi domina e chi perde attraverso il linguaggio del corpo

  • 18-09-2019
  • Amministratore

 

Numerose ricerche hanno scoperto che vincere aumenta il livello di testosterone collegato a comportamenti dominanti mentre perdere abbassa il livello di testosterone ed è collegato ad un linguaggio del corpo di sottomissione. 

Sembrerebbe quindi che quando perdiamo o vinciamo cambiamo il nostro linguaggio del corpo, la nostra espressività, la nostra postura e i nostri movimenti cambiano. 

Charles Darwin (1872) ha suggerito che l’espressione dell’emozione ha due funzioni principali: 

(1) preparare l’organismo a rispondere in modo adattivo a stimoli ricorrenti; 

(2) per comunicare socialmente importanti informazioni. 

Il secondo punto è molto importante in quando dobbiamo essere consapevoli che il nostro linguaggio del corpo invia importanti informazioni che gli altri possono leggere.

In una ricerca (2013) Furley e Schweizer hanno ipotizzato che le persone, In particolare adulti senza conoscenza del rispettivo sport (Esperimento 1), i bambini (Esperimento 2) e gli atleti (Esperimento 3) sono in grado di giudicare chi sta vincendo e quindi dominando o chi sta perdendo durante delle competizioni sportive in corso. 

In tre esperimenti sono state testate queste ipotesi tramite la valutazione fatta dai 3 gruppi mentre osservavano dei brevi filmati estrapolati durante le competizioni sportive.

Nell’esperimento 1, sono state testate le ipotesi osservando lo sport del basket e del tennis tavolo e gli osservatori non avevano esperienza nei rispettivi sport. 

Nell’esperimento 2, due gruppi di bambini (4-8 e 9-12 anni) sono stati testati utilizzando lo stesso paradigma dell’esperimento 1, ipotizzando che essi sarebbero stati in grado di discriminare tra vincenti e perdenti ma le loro valutazioni sarebbero state meno accurate rispetto a quelle degli adulti. 

Nell’esperimento 3, gli autori hanno voluto verificare se la conoscenza specifica di un determinato sport era in grado di modificare l’effetto e riconoscere in modo migliore il linguaggio del corpo.

L’obiettivo dello studio, come detto precedentemente era quello di testare se le persone sono in grado di valutare se gli atleti stanno dominando la partita attraverso il linguaggio di corpo

I risultati dell’esperimento 1 hanno indicato che i partecipanti sanno distinguere in modo significativo se un atleta sta dominando, sia in sport di squadra che in quelli individuali. 

L’esperimento 2 ha mostrato che anche i bambini sono in grado di individuare i comportamenti vincenti osservando la comunicazione non verbale ma in modo meno significativo rispetto agli adulti. 

Nell’esperimento 3, i risultati sono stati gli stessi dell’esperimento 1. 

In conclusione, sembrerebbe che le persone siano in grado di discriminare chi in quel momento specifico della partita stia vincendo o perdendo e questo risulta molo importante nel contesto sportivo. Queste informazioni, infatti, sono rilevabili anche dall’avversario o dal pubblico che possono influenzati da questi atteggiamenti non verbali.

 

NeuroComScience nasce nel 2012 con l’intento di portare in Italia le tecniche di analisi comportamentale impiegate dagli anni settanta negli Stati Uniti come ausilio alle attività di polizia, di intelligence ma anche di selezione e valutazione del personale, educazione e clinica. Il team di analisti coordinato dalla fondatrice di NeuroComScience, dottoressa Jasna Legiša, utilizza una metodologia di analisi del tutto peculiare unendo tecniche già collaudate ed altre create in maniera autonoma attraverso la sperimentazione in laboratorio. Il risultato è una prassi di indagine innovativa che permette di profilare in maniera veloce e precisa i soggetti esaminati fornendo molte più informazioni rispetto a quelle ottenibili con le tradizionali metodologie di analisi. Gli analisti di Neurocomscience garantiscono le loro consulenze in molti diversi campi.

A settembre 2019 inizia la nuova edizione del Master in Analisi Scientifica della Comportamento verbale e non Verbale organizzato da NeroComScience: l’acceso è a numero chiuso, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni e iscrizione:

https://lab-ncs.com/master-analisi-scientifica-del-comportamento-non-verbale/

Scarica l’approfondimento sull’analisi delle espressioni facciali e i corsi di linguaggio del corpo!

Città*

Email *

Inviando il messaggio accetti la nostra Privacy policy.

 

Scopri le tecniche e i metodi di analisi della comunicazione non verbale

 

Bibliografia 

Furley F. & Schweizer G. (2013). The expression of Victory and Loss: Estimating Who’s Leading or Trailing from Nonverbal Cues in Sports. Journal of Nonverbal Behavior, 38:1, pp 13-29.


Share This