Comunicazione non verbale: tutte le tipologie di sorriso

  • 05-02-2019
  • Amministratore

L’iridologia si bassa sullo studio dell’iride per diagnosticare eventuali problematiche fisiche che non permettono alla persona di stare bene.

Si sa che il benessere fisico è correlato allo stato emotivo della persona. Può essere quindi di enorme utilità per questa disciplina olistica integrare degli strumenti che consentono l’analisi delle emozioni attraverso la comunicazione non verbale di chi abbiamo di fronte per avere una visione più completa della problematica.

 

Di seguito vedremo un esempio di come il solo sorriso può avere numerosissimi significati.

I nostri muscoli facciali si sono evoluti fino a diventare un notevole canale di comunicazione non verbale. Usiamo i nostri volti per trasmettere una vasta gamma di emozioni e atteggiamenti. Sebbene in genere associamo i sorrisi alla felicità, essi possono avere vari significati.

Sorriso Duchenne

Si tratta dell’unico sorriso di vera felicità. Oltre agli angoli della bocca rivolti verso l’alto (che sono associati stereotipicamente al sorriso), il sorriso Duchenne si differenza per il sollevamento delle guance che lascia delle rughe, dette “zampe di gallina”.

Codifica (ossia la descrizione delle caratteristiche fisiche del movimento): movimento 6 (innalzamento delle guance e comparsa di rughe a zampe di gallina) e il movimento 12 (innalzamento degli angoli della bocca).

Decodifica (ossia l’interpretazione di un movimento): gioia

Sorriso falso

Questo sorriso manca del coinvolgimento degli occhi tipico del sorriso di Duchenne ed è una tipologia di sorriso che non esprime gioia ma che utilizziamo socialmente, per entrare in relazione con gli altri. Quando le persone ci dicono di “sorridere” per fare una foto, il più delle volte saremo un sorriso falso.

Codifica: movimento 12 (innalzamento degli angoli della bocca), può comparire anche il movimento 7 (assottigliamento della parte inferiore dell’occhio che lo fa apparire più stretto)

Decodifica: nessuna emozione, neutro

Sorriso di disprezzo

Quando le persone non sono in accordo con qualcosa che diciamo e che va contro ai loro valori molto spesso mostreranno sul volto un sorriso di disprezzo. Il disprezzo è collegato al rifiuto di qualcosa che riteniamo sgradevole, può essere una persona, una situazione o un argomento.

Codifica: movimento 14 (fossette ai lati della bocca e angoli della bocca che rientrano)

Decodifica: disprezzo

Sorriso seduttivo

Le ricerche sulla seduzione dimostrano che quando le persone vogliono sedurre, in genere mostrano un leggero sorriso accompagnato da un contatto visivo diretto, la testa è direzionata non verso l’oggetto della seduzione.

 

Codifica:  movimento 12 (innalzamento degli angoli della bocca), può comparire il movimento 7 (palpebra inferiore dell’occhio tesa), NON compare mai il movimento 6 (innalzamento delle guance), testa girata a destra (51) o a sinistra (52).

Decodifica: sorriso di seduzione

Sorriso ironico

Il sorriso ironico è il sorriso che facciamo quando prendiamo in giro qualcuno o noi stessi, nell’ultimo caso si tratta dell’autoironia. Questo sorriso viene definito anche sorriso di Chaplin.

Codifica:  movimento 13 (innalzamento acuto degli angoli della bocca)

Decodifica: sorriso ironico

Nell’interazione sociale quotidiana sorridiamo spessissimo, le persone che non conoscono le tecniche di analisi della comunicazione non verbale a volte sono ingenue pensano che tutti di sorrisi sono destinati a trasmettere felicità e affetto positivo, in realtà abbiamo visto che i sorrisi, come la maggior parte delle espressioni facciali, sono complessi e possono inviare messaggi misti o addirittura negativi.

Per conoscere più approfonditamente le tecniche di analisi della comunicazione non verbale vi rimandiamo agli articoli del nostro blog: “Tecniche e strumenti per l’analisi della comunicazione non verbale” e “Tecniche e strumenti per l’analisi del linguaggio del corpo”

 

Scarica l’approfondimento sull’analisi delle espressioni facciali e i corsi di comunicazione non verbale!

Email *

 

Scopri le tecniche e i metodi di analisi della comunicazione non verbale

 

Bibliografia

Ekman, P. e Friesen, W. (1978). Facial Action Coding System: A Technique for the Measurement

Ekman, P. (2007) Emotions revealed. New York: Holt.

Hjortsjo, C. H. (1970). Man’s face and mimic language. Lund: Studentliterature.

Legisa J. (2015). Ti leggo in volto. Tecniche e metodi di analisi scientifica delle espressioni facciali. Armando Editore.

Legisa J. et al. (2015). Body Coding System. In press.

 


Share This