Creatività: un elemento per la definizione di “felicità”

  • 04-08-2018
  • Jessica Vascotto

Un articolo pubblicato nella rivista accademica dedicata al tema della creatività si è proposto di misurare alcune delle variabili che concorrono nella definizione della felicità.

 

Attraverso strumenti di misurazione standardizzati, 171 studenti universitari sono stati valutati secondo i parametri di creatività, locus of control e felicità. La ricerca ha messo in luce che la creatività e lo stile attributivo (locus of control) sono due componenti caratteristici della felicità.

    Cos’è la creatività?

    La Treccani la definisce così: virtù creativa, capacità di creare con l’intelletto, con la fantasia.

    In psicologia, il termine è stato assunto a indicare un processo di dinamica intellettuale che ha come fattori caratterizzanti: particolare sensibilità ai problemi, capacità di produrre idee, originalità nell’ideare, capacità di sintesi e di analisi, capacità di definire e strutturare in modo nuovo le proprie esperienze e conoscenze.

     

    “È la nostra difficoltà a vedere le cose in maniera diversa, originale, creativa che ci fa pensare non ci sia più nulla di nuovo da dire o da scoprire”

    Vannuccio Barbaro, Scartafacci, 2012

     

    Cosa intendiamo per “locus of control”?

    E’ lo stile di attribuzione degli eventi o dei comportamenti, che può essere al di fuori dal nostro controllo, oppure interno al nostro controllo.

    Attribuire gli esiti dei comportamenti, nostri o altrui, ad eventi esterni o ambientali ci può condurre alla de-responsabilizzazione. D’altro canto, ritenerci gli unici responsabili di ogni situazione comporta un notevole livello di stress.

     

    Attraverso questa indagine, è stata trovata una significativa correlazione positiva tra felicità e creatività e dati empirici dimostrano che il benessere è correlato all’utilizzo flessibile del locus of control.

     

    Certamente, a concorrere alla definizione della felicità, intervengono diverse variabili e in modo soggettivo ma quello che è certo, è che potenziando alcune competenze come la creatività e il locus of control, possiamo agire per incrementarla.

     

    Come fare per potenziare le competenze?

    Il training di potenziamento emotivo è un metodo di intervento pratico, in cui le competenze vengono allenate attraverso gli esercizi e l’acquisizione di tecniche scientificamente validate.

     

    Facciamo un esempio di esercizio utile nel potenziamento emotivo della creatività:

     

     

    1. Preparazione: prendete un’immagine o una fotografia in cui sono presenti alcune persone, anche conosciute
    2. Dare sfogo alla creatività:  descrivere l’immagine immaginando cosa stava accadendo nel momento in cui è stata scattata.

     

     
     
     

    Scopri la **Scuola di Potenziamento Emotivo ** di NeuroComScience

    Bibliografia:

    Bibliografia: Tammy C. Pannells & Amy F. Claxton, ““Happiness, Creative Ideation, and Locus of Control”Creativity Research Journal”, Volume 20, 2008, Issue 1, pages 67-71

    Articolo scritto da Arianna Diotallevi

    
    Share This